ventisettesimomarzo, puntata zero.

l'alfiere muove e vince

l'alfiere muove e vince

Stavamo creando uno spettacolo nelle nostre teste, parlandone. Avevamo già in mente il titolo. Lo spettacolo inizia con un borbottio in una lingua incomprensibile, un arabo spurio disintegrato, inventato. Poi sale la musichetta.

(questa era la sigla)

Lo spettacolo s’intitola Non prendere freddo.

Sottotitolo: ventisettesimomarzo.

Prima puntata (in cui si spiega il sottotitolo)

Nacqui il dì di San Patrizio (il dì è il di ciassè ‘ttemarzo) del mille e nove e cento e ottanta e due.

Fanno 27 anni quest’anno (ventisettesimomarzo, il diciassette, San Patrizio).

Da adesso in poi, e per tutto questo mese, sarò più sincero che posso. Non è chiaro, non è un diario, non sto parlando da solo. Siamo in tanti, e questo mese parleremo tutti. Benvenuti.

Che cosa ho imparato oggi

Oggi ho imparato un modo nuovo e stupefacente di contare con le dita. Di solito si conta fino a dieci con due mani. In India contano fino a dodici con una mano sola. Usano le falangi. Lo sapevate? Io non lo sapevo. Sono al mondo da ventisette marzi e non avevo mai visto fare a nessuno quel gesto. Se avete altre simili prodezze da insegnarmi sarete miei graditi ospiti, scrivetemi, tra un po’ è il mio compleanno, regalatemeli. Non sono stato al mercato di Bombay, il gesto me l’ha fatto vedere una di Bertinoro. Però dopodomani andrò a Terni.

La rivoluzione, dopodomani

La prima settimana del ventisettesimomarzo la passo a Terni, dove i Menoventi fanno una residenza creativa. I Menoventi sono una compagnia teatrale faentina, cioè c’è uno di Casola Valsenio (Gianni), una di Pordenone (Consuelo) e uno di Pompei (Alessandro). Fanno base in Romagna. Terni è nel Lazio, giusto? Sbagliato, è in Umbria. Da Terni vengono San Valentino, Baldassarre e Petruccioli. Una residenza creativa, signora, vuol dire che andiamo lì e creiamo uno spettacolo nelle nostre teste, parlandone. Poi smettiamo di parlare e andiamo in sala. Buttiamo via il foglio, improvvisiamo cinque ore, poi, accasciati, setacciamo. Qualcosa terremo. Questo è quello che i Menoventi stanno facendo a Terni da tre settimane. Hanno vinto la presidenza ricreativa ternana perché un loro spettacolo – Semiramis – si è ben piazzato a Extra. Extra era una sfida tra gli spumeggianti cervellini non ancora fuggiti all’estero dell’effervescente Nuova Scena Teatrale Italiana. E’ stato un bel festival, la mia città non sembrava la mia città e stava meglio: c’è chi ha pedalato parecchio tra la sede di Masque Teatro in via Orto del Fuoco (è un nome bellissimo per una via, Orto del Fuoco) e la Fabbrica delle Candele e il Teatro Testori e tutti gli altri campi da gioco. Ho visto un solo spettacolo a Extra, ed era bruttino. Infatti non era Semiramis. La verità è che non ho visto Semiramis, è per questo che ci giro intorno. I Menoventi però li ho conosciuti, e mi sembra che un po’ ci siamo capiti. Già basterebbe. Poi ho visto il loro primo spettacolo, in dvd. Si chiamava In Festa, c’erano dei biscotti un semaforo un lavandino ma a questo punto se cercate sul Menoventi Punto Com trovate una recensione molto più intelligente e scoprite pure che a Terni c’è un festival teatrale che si chiama Es.Terni. Li ospitano quei ragazzi, come direbbero due della Nuova Scena Teatrale Italiana. Gianni, Consuelo e Alessandro sono lì, in Umbria, il treno che parte da Rimini ci mette cinque ore e costa 13 euro.

Cosa ci vado a fare lo capirò scrivendolo.

Il punto, signore signori

Il punto non c’è. C’è una storia, però. Anzi, una sceneggiata. La sceneggiata s’intitola Ventisettesimomarzo. Questa era la prima puntata, o puntata zero. Ogni puntata di questa sceneggiata è letta e registrata dalla voce di un’incolpevole speaker radiofonica. Si chiama Vania, e sa essere incolpevole senza essere innocente. Se questa cosa diventasse un podcast, il podcast sarebbe da chiedere al seguente indirizzo, buono anche per numeri arretrati, consigli, segnalazioni, lamentele, opere di bene. Al prossimo marzo.

Annunci

One Comment

  1. Posted 2 marzo 2009 at 07:54 | Permalink | Rispondi

    Ciao.
    C’è un post per te:
    http://giovannacosenza.wordpress.com/2009/03/02/la-luna-e-girata-strana/
    Buona Terni.
    Giò

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: